Chiesa degli Angeli Custodi

 
Chiesa degli Angeli Custodi  

Venne costruita a cura della famiglia Recaldini, che abitava nel bellissimo palazzo sito nell'attuale via Angeli Custodi. Attualmente il palazzo, di proprietà della famiglia Taboni, è stato restaurato e restano solo notevoli vestigia dell'antico palazzo. La chiesetta, intitolata all'Angelo Custode, è del 1640; ha un'architettura semplice e sobria, con una navata ad unica campata con lesene che vanno fino a terra e terminano con capitelli corinzii, che sostengono il piccolo cornicione, su cui poggia la volta a botte, interrotta in basso da due finestre ad arco. Il presbiterio è molto piccolo, con lesene che vanno fino a terra e terminano con capitelli corinzii, che sostengono il cornicione su cui poggia la volta. L'altare è unico e realizzato in marmo con suasa in gesso. La pala originale, ora custodita in parrocchia, rappresentante l'Angelo Custode, è di ottima fattura e sembra attribuibile al Fiamminghino. Per molti anni la chiesetta venne lasciata in abbandono e adibita a deposito del fieno raccolto in favore della Parrocchia.