TARIP - TASSA SUI RIFIUTI PUNTUALE

L’UTENTE PAGA PER IL RIFIUTO INDEFFERENZIATO CHE PRODUCE

COSA CAMBIA

La TARIP prevede una doppia bollettazione:

1^ emissione bolletta in acconto nella quale non saranno calcolati i maggiori svuotamenti;

2^ emissione (anno successivo) : verrà emessa bolletta a conguaglio per quei contribuenti che hanno superato il limite massimo dei conferimenti, nessuna emissione invece per coloro che avranno rispettato tale limite (importo per ogni svuotamento eccedente 120 litri € 9,60).

 

LA T.A.R.I.P. è divisa in tre componenti

QUOTA FISSA:  già presente in passato, calcolata sulla superficie (mq) dell’immobile.

QUOTA VARIABILE 1 :  per ogni utenza sono calcolati un numero di conferimenti fissi basati sul numero degli occupanti dell’abitazione per le utenze domestiche e sui litri/mq in base alla tipologia attività per aziende e attività commerciali.

QUOTA VARIABILE 2: è addebitato un costo all’utenza (nella bolletta di conguaglio) calcolato sui conferimenti di rifiuto indifferenziato aggiuntivi ai preassegnati .

Il tributo contiene anche l’addizionale provinciale che resta invariata.